Obiettivo è attivare attività di studio, didattico-educativo e di valorizzazione del sito UNESCO dei Sassi

Finalità del Protocollo di Intesa tra Comune di Matera e la FICLU è la necessità di promuovere un'azione sinergica per perseguire in modo ottimale gli obiettivi UNESCO con lo scopo di sviluppare negli individui come nelle collettività, negli enti locali come nelle imprese, capacità operative e di azione responsabili finalizzate alla sensibilizzazione delle giovani generazioni alla valorizzazione del Patrimonio Culturale Italiano in aree e Siti Patrimonio, improntate su una cittadinanza consapevole e partecipata.

Nel perseguimento di tali finalità i soggetti istituzionali, in relazione al riconoscimento della città di Matera come Capitale Europea del Cultura nel 2019, contraenti convengono di voler e dover cooperare per la pianificazione e realizzazione di ogni tipo di attività che sia mirata alla valorizzazione ed alla promozione, allo studio ed alla formazione sul patrimonio culturale e ambientale presente sul territorio della Basilicata.

A tali fini i soggetti istituzionali assumono formale impegno a condividere mezzi, strumenti, strutture, capacità e professionalità per il raggiungimento degli scopi definiti dal presente accordo operativo.

Ma quali li impegni tra le parti? Il Comune di Matera si impegna a potenziare la rete di educazione al patrimonio e a definire buone prassi per l'attuazione dei principi e valori UNESCO. La FICLU, attraverso le sue rappresentanze nazionali e sul territorio lucano, ovvero il Club per l'UNESCO del Vulture ed il Comitato Promotore per il Club per l'UNESCO di Matera, si impegna a promuovere e a supportare la rete del Comune collaborando per sostenerla operativamente anche attraverso il supporto ad azioni di partenariato e di buone prassi.

Il "Club Unesco del Vulture" non ha scopo di lucro e si propone:

di diffondere i principi della comprensione internazionale conformemente agli ideali dell'UNESCO e delle  altre istituzioni specializzate delle Nazioni Unite;

  • di promuovere la diffusione e il rispetto dei principi affermati dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo;
  • di contribuire alla formazione civica e culturale dei suoi membri aiutandoli a comprendere i problemi di un mondo in continua evoluzione nel campo culturale, scientifico, tecnologico, economico e sociale e a impegnarsi ad assumere le proprie responsabilità in uno spirito democratico nei confronti della comunità locale, nazionale ed internazionale;
  • di prendere iniziative atte a facilitare tra i soci la conoscenza dei vari paesi e regioni attraverso incontri, viaggi, scambi culturali e altre iniziative che possono avvicinare persone, gruppi o popoli di diverse nazionalità;
  • di promuovere la costituzione di gruppi per lo studio approfondito dei problemi culturali, sociali ed economici e di sviluppo che interessano l'Italia e altri Paesi del mondo;
  • di partecipare alle campagne mondiali e altre iniziative a carattere educativo, sociale, culturale sostenute dall'UNESCO;
  • il "Club Unesco" intende, pertanto, inserirsi nella linea di azione dei Clubs UNESCO che, operanti in oltre cinquanta Paesi del mondo, riuniscono in un attivo programma di iniziative e di incontri giovani di ogni razza, di ogni colore, di ogni origine etnica e sociale, di ogni fede religiosa e politica;
  • in questa linea il Club intende stabilire e mantenere anche attraverso la FICLU e la FMACU contatti con gli altri Club UNESCO che particolarmente attivi in alcuni Paesi europei ed extraeuropei, hanno già avviato concrete iniziative volte a favorire l'incontro tra i giovani, attraverso viaggi, partecipazione a gruppi di studio e campi di lavoro internazionali, collaborazione a programmi internazionali di particolare valore morale, sociale e culturale.
Attachments:
Download this file (Statuto club.doc)Statuto club.doc[ ]114 kBUpdate this file (Statuto club.doc) Delete this file (Statuto club.doc)

 

Pagina in costruzione


pagina in costruzione